“LA BELLEZZA E LA NARRAZIONE COME STRUMENTI DI CURA: differenti ruoli dell’arte, delle Medical Humanities e della medicina narrativa”

25 nov firenzeSabato 25 Novembre si terrà presso la Sala Bufalini dell’ospedale di Santa Maria Nuova un seminario dedicato al connubio tra ArteScienze Umane Mediche e Medicina Narrativa, metodologia d’intervento clinico assistenziale basata su una specifica competenza comunicativa.

L’evento rientra nella XIV edizione delle Giornate Mediche, promossa dalla Società Medica di Santa Maria Nuova insieme alla Fondazione Santa Maria Nuova Ets.

Successivamente al seminario, sarà possibile partecipare ad una visita guidata gratuita al percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova (Piazza Santa Maria Nuova, 1).

 

Continua a leggere

Il Festival delle Medical Humanities 2023 sarà dedicato a Etica e tempo

Sandro-Spinsanti-Post-2-1000x600Organizzato dal Centro Studi dell’AO AL con Istituto Superiore della Sanità, SIMeN e Centro nazionale malattie rare

“Etica e tempo” è il titolo del Festival delle Medical Humanities 2023 in programma per le giornate di giovedì 26 e venerdì 27 ottobre: una due giorni di incontri online per soffermarsi e confrontarsi in modo multidisciplinare su questi due aspetti che ricoprono sempre più importanza negli ambiti sanitari e di cura.

La rassegna “Iconografia della Salute – Festival delle Medical Humanities” è co-organizzata, nell’ambito delle attività del Laboratorio di Health Humanities del Centro Nazionale Malattie Rare, dall’Istituto Superiore di Sanità insieme al Centro Studi Cura e Comunità per le Medical Humanities dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, ideatore e promotore dell’evento nelle tre edizioni precedenti, e alla Società Italiana di Medicina Narrativa.

Il Festival intende mettere a confronto i punti di vista di tutti coloro che partecipano alla cura, con un focus sulla correlazione tra i concetti di etica e di tempo e sulle modalità con cui la riflessione etica viene esercitata in tale ambito. Continua a leggere

Parole che curano: il corso universitario dove la narrazione si fa medicina

parole curaLe parole che curano, il corso giunto alla terza edizione – Dal 16 ottobre all’11 dicembre si terrà presso l’Università della Svizzera italiana “Parole che curano”, la terza edizione del corso universitario di Cultura e Salute della Facoltà di scienze biomediche e della Facoltà di comunicazione, cultura e società dell’Università della Svizzera italiana (USI), promosso da IBSA Foundation per la ricerca scientifica e dalla Divisione Cultura della Città di Lugano con la collaborazione artistica del LAC di Lugano.

«Le Parole che curano sono quelle narrazioni che apportano benessere alla salute umana» si legge in una nota.

L’edizione 2023 incentrata sulle “scienze culturali della medicina” – L’edizione 2023 del corso si concentra sulle cosiddette Medical Humanities, «ovvero quelle che i filologi Bernegger e Malacrida definiscono “scienze culturali della medicina».

Continua a leggere

Iconografia della Salute: il Festival delle Medical Humanities 2023

iconografiaTorna i prossimi 26 e 27 ottobre Iconografia della Salute, il festival delle Medical Humanities ideato nel 2020 dal Centro Studi Medical Humanities di Alessandria per valorizzare questo approccio, che riunisce le tante discipline coinvolte che influiscono sul percorso di cura del paziente. Un luogo privilegiato per discutere come le Medical Humanities consentano la piena realizzazione della visione olistica già introdotta e praticata da Ippocrate oltre duemila anni fa.
Il tema scelto con il Centro Nazionale delle Malattie Rare e SIMeN Società Italiana di Medicina Narrativa per questa terza edizione è ETICA e TEMPO.

Continua a leggere

Parole che curano: corso universitario Cultura e Salute 2023

healing wordsDa ottobre a dicembre 2023, per sette lunedì, personalità del mondo della scienza e professori della Facoltà di scienze biomediche e della Facoltà di comunicazione dell’USI, coordinati dal prof. Enzo Grossi, si confronteranno su sette temi che legano la parola alla medicina e al benessere delle persone.
È quanto propone “Parole che curano”, la terza edizione del corso di Cultura e Salute promosso dalla Facoltà di scienze biomediche dell’USI con la Divisione Cultura della Città di Lugano e IBSA Foundation per la ricerca scientifica, che quest’anno vede la collaborazione artistica del LAC di Lugano.

Continua a leggere

Raccontare la medicina. Storie di sanità pubblica e di cura rispettosa

raccontareMercoledì 11 ottobre alle 17:00 presso il Salone del Commendatore del Presidio Ospedaliero Santo Spirito in Sassia (Borgo Santo Spirito 3, Roma) si terrà la presentazione di due volumi appena pubblicati da Il Pensiero Scientifico Editore: Di verità solo l’ombra. Storie di sanità pubblica  di Vittorio Fontana e I gatti della signora Augusta e altre storie slow di cura sobria e rispettosa  di Paola Arcadi, Marco Bobbio, Michela Chiarlo, Violetta Plotegher, Sandro Spinsanti, Sandra Vernero, Alfredo Zuppiroli.

L’incontro sarà occasione di confronto e riflessione sui complessi temi della medicina narrativa attraverso le parole di due libri che in modo diverso raccontano il bisogno di concentrarsi sulle esigenze dei pazienti per fornire una cura sobria e rispettosa che tenga conto dei reali bisogni di ciascuno: pazientimedici, operatori sanitari, ma anche cittadini intesi come cives e non necessariamente come utenti del sistema sanitario. Continua a leggere

Gli standard di comunicazione nel colloquio clinico

posII meeting nazionale GIF Salute Positiva​ 2023​

Terzo incontro​ Online il 29 settembre  2023​ Ore 15:00 – 18:30

Nel corso di questo secondo Meeting Nazionale del Gruppo Italiano Felicità e Salute Positiva abbiamo programmato tre incontri per fare luce sull’evoluzione degli aspetti identitari dei sanitari nella relazione con i pazienti.
Gli stessi pazienti, negli ultimi anni, hanno visto un’evoluzione dell’identità che impone ai sanitari un cambiamento nella relazione.
L’etica rimane una guida in questo cambiamento identitario che impone ai sanitari l’acquisizione di nuove competenze relazionali. In questo scenario la Kalamazoo Consensus Statement Italia, insieme alla SIMeN, può giocare un ruolo determinante nel favorire un cambiamento. La documentazione di impatto sulla qualità della vita dei pazienti e dei sanitari potrà essere sicuramente un ambito di studio per AIQUAV e GIF Salute Positiva.

La webconference è aperta a tutti.

Continua a leggere

Call to Action progetto LIMeNAR

limenar call to actionRealizzare la prima mappa delle attività di Medicina Narrativa in Italia e verificare la diffusione delle Linee di Indirizzo: con questi obiettivi nasce LIMeNAR, progetto di ricerca promosso dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Narrativa (SIMeN), nell’ambito del Laboratorio di Health Humanities del Centro Nazionale Malattie Rare.

Continua a leggere

Medicina Narrativa, al via LIMeNar per la prima mappa dei progetti

limenar call to actionRaccontare la malattia, sia da parte del paziente che di chi se ne prende cura, è un elemento imprescindibile della medicina contemporanea, fondata sulla partecipazione attiva dei soggetti coinvolti nelle scelte. Le persone, attraverso le loro storie, diventano protagoniste del processo di cura. Nel 2015, l’ISS ha elaborato tramite una Conferenza di Consenso e pubblicato le Linee di Indirizzo per l’utilizzo della Medicina Narrativa in ambito clinico assistenziale per le malattie croniche e rare indirizzate a operatori della salute impegnati in ambito sanitario, sociale e socio-sanitario. Continua a leggere

La medicina narrativa nel colloquio clinico e nella televisita: evento ECM dal 13 ottobre

jpAspetti relazionali e umanizzazione delle cure

Dal 13 al 27 ottobre 2023 evento indirizzato a medici chirurgi e psicologi
La partecipazione garantisce 19 crediti ECM

La medicina narrativa ha l’obiettivo di centrare la cura sulla persona e, mediante la relazione, questo obiettivo deve essere raggiungibile in ogni colloquio clinico, sia in ambulatorio, sia in ospedale, sia nei servizi diagnostici e territoriali. Il colloquio clinico è una sequenza comunicativa tra sanitario e paziente che, se ben condotto, fa emergere la storia di malattia e il suo punto di vista. Quando ciò accade la comunicazione è person-centred e, solo quanto è tale, produce effetti nei pazienti, nei medici e a livello organizzativo, rilevabili con studi riportati in letteratura scientifica. Il colloquio clinico basato sulla medicina narrativa può portare alla trascrizione dei contenuti nel consueto diario clinico, nella consulenza trascritta in cartella o nella cartella del paziente ove questa sia utilizzata come strumento di ascolto. Continua a leggere